In cammino con la misericordia
PDF Stampa

Il 17 dicembre si apre la Porta Santa al Santuario della Madonna della Salute a Porto. Un appuntamento importante che ci accompagna verso il Natale e  il Centro Aiuto Vita vede idealmente aperto il cammino verso la prossima Giornata per la Vita. . A cinquant’anni dalla chiusura del Concilio Ecumenico Vaticano II, durante il quale la Chiesa scelse di parlare agli uomini con un linguaggio più comprensibile, di “usare la medicina della misericordia invece […] del rigore”, si apre, il giubileo straordinario della Misericordia, che vuole essere occasione per riscoprire lo sguardo di amore infinito del Padre per ognuno di noi.
Papa Francesco ci invita a metterci in cammino, mediante un pellegrinaggio che sia prima di tutto interiore, segno di cambiamento e di conversione, di uno sguardo nuovo verso le persone che abbiamo accanto e verso coloro che sono nella sofferenza. Nella Sacra Scrittura, misericordia “è la parola-chiave per indicare l’agire di Dio verso di noi. Egli non si limitaad affermare il suo amore, ma lo rende visibile e tangibile.
L’amore, d’altronde, non potrebbe mai essere una parola astratta. Per sua stessa natura è vita concreta: intenzioni, atteggiamenti, comportamenti che si verificano nell’agire quotidiano. La misericordia di Dio è la sua responsabilità per noi. Lui si sente responsabile, cioè desidera il nostro bene e vuole vederci felici, colmi di gioia e sereni. È sulla stessa lunghezza d’onda che si deve orientare l’amore
misericordioso dei cristiani. Come ama il Padre così amano i figli. Come è misericordioso Lui, così siamo chiamati ad essere misericordiosi noi, gli uni verso gli altri.”è in quest’ottica che vogliamo leggere la concessione a tutti i sacerdoti del mondo - per quest’anno giubilare – “di assolvere da peccato di aborto quanti lo hanno procurato e pentiti di cuore ne chiedono il perdono”. Pur restando l’aborto un “gravissimo male”, che lede il fondamentale diritto alla vita e all’esistenza, solo se compreso in profondità – ribadisce Papa Francesco - può aprire la strada alla conversione e alla speranza. Operare a favore della Vita significa abbandonare i giudizi lungo il cammino, per poter avvicinare ed accogliere ogni persona.
Misericordia dunque è perdono, è assenza di giudizio, è pace, ma è anche amore, dono di sé, presenza, vicinanza.

(Tratto da Incamminiamoci di Fiorenza Bianchi - Redazione Vita n° 24 - Dicembre 2015)

 

 

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti. Proseguendo con la navigazione l'utente presta il consenso all'uso del cookie. L'informativa completa è consultabile cliccando qui.->Confermo<-