Sono Venuto perche' abbiano la Vita
Stampa


Per una cultura della Vita e dell’Amore
Disponibile il Video della serata del 25 marzo 2015

Il 25 marzo 1995 Santo Giovanni Paolo II pubblicava l’enciclica Evangelium Vitae: oggi, a distanza di venti anni, vogliamo tornare a riflettere su questo documento ancora di grandissima attualità con l’aiuto di don Davide Vicentini, direttore della Fondazione Toniolo di Verona. L’incontro si terrà mercoledì 25 marzo alle ore 21.00 presso il salone parrocchiale di Casette.

.

La vita umana è un dono prezioso perché è nel mondo manifestazione di Dio, segno della sua presenza, orma della sua gloria. Dalla sacralità della vita scaturisce la sua inviolabilità, inscritta fin dalle origini nel cuore dell’uomo e nella sua coscienza. Oggi purtroppo assistiamo a continui attacchi alla vita che trovano la loro massima manifestazione nell’aborto e nell’eutanasia.  Inoltre, se è quanto mai grave e inquietante il fenomeno dell'eliminazione di tante vite umane nascenti o sulla via del tramonto, non meno grave e inquietante è il fatto che la stessa coscienza, quasi ottenebrata da così vasti condizionamenti, fatica sempre più a percepire la distinzione tra il bene e il male in ciò che tocca lo stesso fondamentale valore della vita umana. Siamo per questo chiamati, oggi forse più che mai, a farci artefici di una cultura della Vita e dell’Amore. Questa svolta culturale esige da tutti il coraggio di assumere un nuovo stile di vita a livello personale, familiare, sociale e internazionale con scelte concrete e giusta scala di valori: il primato dell’essere sull’avere, della persona sulle cose. Passare dall’indifferenza all’interessamento per l’altro e dal rifiuto alla sua accoglienza. Tutti hanno un ruolo importante da svolgere, nessuno può sentirsi escluso.

 



 

Questo sito utilizza cookie proprietari e di terze parti. Proseguendo con la navigazione l'utente presta il consenso all'uso del cookie. L'informativa completa è consultabile cliccando qui.->Confermo<-