Centro Aiuto Vita di Legnago
Giovedì, 20 Ottobre 2016 00:00

Conoscere e comunicare la vita

Si chiama “Conoscere e comunicare la vita” il corso di formazione promosso nei mesi di settembre, ottobre e novembre fra i nostri volontari e realizzato grazie al contributo del CSV di Verona e il patrocinio del Comune di Legnago.

Martedì, 22 Maggio 2018 00:00

MArcia del Giocattolo

La corsa Natalizia di Verona si tinge di “Vita” e fa correre i partecipanti con un braccialetto a sostegno del nuovo programma di solidarietà “Un asilo per tutti”. E’ questo quanto la rete dei CAV di Verona, che conta 13 associazioni a copertura della provincia e diocesi di Verona, ha creato per rispondere all’appello dell’Associazione ASD Straverona tramite il CSV, Centro Servizio per il Volontariato di Verona.

E’ un progetto pensato per realizzare interventi a sostegno della prima infanzia, quali l’accesso a strutture educative per bimbi fino a 3 anni per favorire la loro crescita e l’accesso ad attività  ricreative per favorire la socializzazione, che di riflesso permetteranno una crescita delle mamme sole o della famiglia.

Il progetto è entrato nel vivo e i CAV si stanno confrontando sull’operatività che sarà immediata dopo l’8 dicembre, giorno in cui Piazza Bra accoglierà la 40^ edizione della Marcia del Giocattolo, insieme alla 3^ Toys Run e alla 7^ Corsa di S.Lucia alle ore 11.00.

Un ricco appuntamento che da sempre unisce lo sport alla solidarietà; proprio per questo i volontari della rete dei CAV hanno deciso di realizzare un punto di incontro in piazza Bra e di creare un gruppo che correrà coinvolgendo simpatizzanti, mamme e bambini.

E’ stata un’occasione per rimettere al centro scopi e intenti comuni che rendono unico e bello lo spirito di squadra.

 

 

 

Venerdì, 22 Dicembre 2017 00:00

Progetti di vita

è questa l’indicazione che troviamo nello statuto del nostro Cav, ma in generale dei Centri Aiuto Vita: sostenere la maternità e la genitorialità per i primi tre anni di vita del figlio. 

Giovedì, 22 Giugno 2017 00:00

Missione Accoglienza

Nei tantissimi momenti dedicati all’ascolto abbiamo potuto condividere le diverse problematiche che rendono faticosa la quotidianità delle famiglie che incontriamo. Ciascuna di loro, oltre allo sforzo per provvedere ai bisogni primari, affronta le preoccupazioni di ogni giorno con un senso  di solitudine, di impotenza e spesso di sconfitta...

Questo ci ha fatto spesso riflettere sul grande bisogno di “umanità”, di  tenerezza e rispetto verso chi ci chiede aiuto e sta cercando un motivo per continuare a sperare. Saper ascoltare e accogliere con rispetto i bisogni dell’altro ci offre inoltre la possibilità di far accettare anche la parte “scomoda” dell’aiuto, ovvero quella che, dopo la comprensione, chiede l’impegno a fare scelte “nuove” e più utili alla soluzione del bisogno stesso.

Questo atteggiamento è alla base della relazione d’aiuto, alla quale i volontari del sostegno sono stati preparati attraverso corsi specifici e che viene ripresa nella gestione della quotidianità al CAV, ma che non può esaurirsi con una  preparazione teorica. 

L’efficacia del lavoro nel volontariato,  in particolare nel volontariato come il nostro che è rivolto all’accoglienza, non può prescindere da un’autentica passione per le persone, dall’interesse per le storie incontrate e dalla capacità di aver cura delle emozioni dell’altro anche  quando sono lontane dall’esperienza di chi ascolta.

E’ questa per noi la vera accoglienza….  Quella capace di fare sentire meno soli e che consente di costruire un reale rapporto di fiducia.  Prima degli aiuti materiali, ogni persona ha bisogno di essere e sentirsi  riconosciuta come tale.

Sabato, 22 Aprile 2017 00:00

Il mondo a portata portata di “vita”

Intervista a cura del Direttore responsabile di Redazione Vita: Elisa Costantini

Domenica, 28 Maggio 2017 00:00

Con gli occhiali del cuore

Si è concluso da poco il progetto “Con gli occhiali del cuore” che ha visto coinvolti gli studenti delle classi seconde delle scuole medie “Frattini” e “Barbieri” di Legnago.

Lunedì, 08 Maggio 2017 00:00

Liberiamo Gioia

Domenica 7 maggio 2017, presso il campo sportivo della parrocchia di Bevilacqua, si è svolta la 27esima edizione del Cantabimbo, dal tema “Liberiamo Gioia”. Il Cantabimbo è un appuntamento atteso e importante per il Centro Aiuto Vita; si tiene, di solito, la prima domenica di maggio, ed è l’occasione per fare festa, condividere un pomeriggio di musica e allegria e festeggiare colei che ci dona la vita: la mamma. 

Domenica, 15 Maggio 2016 00:00

Sulle ali del mondo - Cantabimbo 2016

Il 26 Cantabimbo ci inviterà ad iniziare  un viaggio simbolico "Sulle ali del mondo" per riconoscere ed ammirare le meraviglie che la Vita ci regala ogni giorno. Domenica 15 maggio 2016 alle ore 16.30 nel Cortile del Circolo NOI di Menà di Castagnaro, la musica e la fantasia faranno volare i partecipanti per scoprire quanto è  importante  essere guidati e sostenuti da chi ci ama nel viaggio della Vita.E il primo pensiero è stato per la  Mamma (avremo appena festeggiato la sua festa).
Sarà un giorno di grazie per le nostre mamme che ci hanno donato la Vita.Alla rassegna canora itinerante, che da 26 anni è ospite di molte comunità, sono invitati i cori di bambini e ragazzi fino ai 14 anni delle vicarie di Legnago e Bovolone - Cerea (parrocchiali, scolastici e non solo..) - ovviamente accompagnati da genitori, nonni e amici. Un pomeriggio di festa, che si concluderà con un momento conviviale.

Canteranno con noi 7 cori:

 

Coro ragazzi S. Anna di Menà
Coro per la Vita di S. Pietro di Legnago
Coro “Le nuvole cantanti” di Casette
Coro Mater Amabilis della Scuola "Mater Amabilis" di Legnago
Coro dei Bimbi Sant'Anna e San Marco dei Boschi
Coro del gruppo catechismo di Villa d'Adige
Coro della scuola d’infanzia “Mons. Pietro Berardo” di Villa d’Adige

Vi aspettiamo numerosi !!!

 

Mercoledì, 25 Novembre 2015 00:00

Giornata contro la violenza sulle donne

#diamorenonsimuore -25.11.2015
Una giornata che non deve fermarsi ad un giorno,
Un’attenzione che non vorremmo avere perché nel nostro cuore e nella nostra mente dovrebbe essere naturale pensare alle donne come creature
. meravigliose da amare rispettare e proteggere più che “esseri" su cui sfogare istinti di violenza!
Tuttavia violenza non sono solo percosse fisiche. Talvolta la violenza più dura è impalpabile e non visibile sul fisico.
E’ violenza quando una donna viene lasciata sola nell’accogliere una Vita...E’ violenza quando non le è permesso di diventare donna, perchè le viene rubata l’infanzia o addirittura la Vita, proprio perchè donna.In questa giornata così speciale vogliamo dire GRAZIE a tutte le donne con le parole di Giovanni Paolo II


"Grazie a te donna madre
Grazie a te, donna-madre, che ti fai grembo dell’essere umano
nella gioia e nel travaglio di un’esperienza unica,
che ti rende sorriso di Dio per il bimbo che viene alla luce,
ti fa guida dei suoi primi passi, sostegno della sua crescita,
punto di riferimento nel successivo cammino della vita.
Grazie a te, donna-sposa, che unisci irrevocabilmente
il tuo destino a quello di un uomo, in un rapporto di reciproco dono,
a servizio della comunione e della vita.
Grazie a te, donna-figlia e donna-sorella, che porti nel nucleo familiare e poi nel complesso della vita sociale le ricchezze della tua sensibilità, della tua intuizione, della tua generosità e della tua costanza.
Grazie a te, donna-lavoratrice, impegnata in tutti gli ambiti della vita sociale, economica, culturale, artistica, politica, per l’indispensabile contributo che dai all’elaborazione di una cultura capace di coniugare ragione e sentimento, ad una concezione della vita sempre aperta al senso del “mistero”, alla edificazione di strutture economiche e politiche più ricche di umanità.
Grazie a te, donna-consacrata, che sull’esempio della più grande delle donne, la Madre di Cristo, Verbo incarnato, ti apri con docilità e fedeltà all’amore di Dio, aiutando la Chiesa e l’intera umanità a vivere nei confronti di Dio una risposta “sponsale”, che esprime meravigliosamente la comunione che Egli vuole stabilire con la sua creatura.
Grazie a te, donna, per il fatto stesso che sei donna!
Con la percezione che è propria della tua femminilità tu arricchisci la comprensione del mondo e contribuisci alla piena verità dei rapporti umani."

Domenica, 20 Settembre 2015 00:00

Un convegno da incorniciare

Si è svolto presso la Gran Guardia di Verona il convegno regionale dei Centri Aiuto Vita e Movimenti per la Vita.Un’occasione di incontro e confronto con la maggior parte delle realtà del Veneto che hanno avuto la possibilità di ascoltare . ospiti di tutto rispetto da cui attingere grande esperienza e informazioni.Il tema del convegno era: “Dentro l’oggi pro-life” ovvero come stare dalla parte della vita abitando la realtà di oggi e vivendo gli odierni fenomeni sociali, culturali e politici.

Il primo relatore d’eccellenza è stato il dott. Giuseppe Anzani, giurista e vice presidente del MPV nazionale. Il suo è stata un intervento ricco di passione e di amore per la vita che ha cercato di leggere in ottica cristiana alcuni fenomeni che stiamo sentendo sui giornali e sulle televisione. Spesso le informazioni di cui disponiamo sui canali tradizionali sono incomplete e purtroppo non permettono di farsi un’idea e un’opinione chiara.A seguire è intervenuto Gian Luigi Gigli, Presidente nazionale del MpV italiano, che ha fatto una riflessione dal titolo: “ La questione della vita tra costume, cultura e politica: a che punto siamo?
Un argomento complesso e ricco di spunti che Gigli ha trattato con grande chiarezza di parole e di intenti. Eletto da poco alla guida del movimento per la vita italiano ha trasmesso grande capacità comunicativa portando un soffio di novità al movimento.

Siamo rimasti positivamente colpiti dalla grande presenza di giovani che si stanno avvicinando ai cav e ai movimenti del veneto; l’esperienza del seminario Quarenghi ha certamente aiutato molto a dare slancio ed entusiasmo a questi ragazzi attenti alla vita nascente.

Visti i relatori di grande rilevanza abbiamo voluto essere presenti con la nostra cornice che ha caratterizzato l’estate 2015. Abbiamo chiesto agli ospiti di farsi fotografare (vedi l'album) nel quadro del CAV di Legnago e con naturalezza e semplicità siamo riusciti a coinvolgere la maggior parte dei partecipanti che hanno voluto affermare anche loro: #amolavita.
Era presente l'emittente TELEPACE che ha realizzato un servzio.

 

<iframe width="560" height="315" src="https://www.youtube.com/embed/2vWP5v9qdSI" frameborder="0" allow="autoplay; encrypted-media" allowfullscreen></iframe>

Pagina 1 di 2

Chi siamo

Il Centro Aiuto Vita è un'associazione di volontariato nata nel 1988 a Legnago e costituita associazione nel 1994.

La sua mission di identifica in 3 punti fondamentali

  1. Promuovere una mentalità aperta all’accoglienza e alla protezione di ogni essere umano, fin dal suo concepimento, in tutte le sue esigenze ed in tutto l’arco del suo sviluppo;
  2. Sostenere con l’aiuto concreto  a coppie ed a madri in attesa di un figlio o, comunque con figli a carico, fino a 3 anni;
  3. Sensibilizzare la comunità cristiana e la comunità civile intorno al valore primario e irripetibile di ogni vita umana

Ultimi articoli

Newsletter

Lascia la tua mail per rimanere aggiornato sulle iniziative del Centro Aiuto Vita
Privacy e Termini di Utilizzo